Come fare crescere una piccola impresa. 5 passi fondamentali.

Gran parte dei proprietari di micro imprese si trovano spesso a gestire operazioni “in solitudine“. Trascorrono la maggior parte del tempo producendo e consegnando beni o servizi ai loro clienti, dedicandosi raramente alla ricerca di nuovi contatti ed opportunità  e in generale alla crescita del loro business.

E’ molto facile rimanere bloccati nel paradigma dell’imprenditore “faccio-tutto-io“. Per uscirne bisogna virare verso territori sconosciuti e apparentemente rischiosi.

Sono soprattutto 2 i risvolti negativi di questa situazione:

Prima di tutto, come accennato sopra, è frequente trovarsi troppo occupati a servire i clienti. Questo non permette di pensare alla crescita ed  alle attività volte a conquistare nuovi contatti.

Il secondo grande problema è che tutto dipende da te. Non puoi ammalarti, stancarti o andare in vacanza, perché non appena togli le mani dal volante la macchina corre il rischio di uscire di strada. Nonostante tutta la letteratura a riguardo, molti avviano la propria attività sognando di ottenere maggiore libertà, finendo invece per diventare schiavi della propria impresa.

Ecco 5 cose da fare per sfuggire da questa trappola:

1. Offrire chiarezza e pacchettizzare le offerte

Molti aspiranti imprenditori offrono una gamma di servizi troppo ampia per essere gestita proficuamente. Discutono con i potenziali clienti di ogni necessità e personalizzano i loro servizi per soddisfare ogni loro minima richiesta.

Potrebbe sembrare un atteggiamento corretto, ma non è sostenibile. Un approccio più efficiente consiste nell’individuare il denominatore comune dei clienti con cui si è già lavorato, per  di trasformarlo in un’offerta standard per tutto il proprio mercato.

Osserva e studia tutti i prodotti e servizi che stai offrendo. Verifica se riesci a trasformare le tue proposte in un menu, proprio come in un ristorante.

2. Iniziare a trattare il sito web con la cura che merita

Non limitare il potenziale del sito web addobbandolo con 3 prodotti in vetrina e un modulo di contatto. Trasformalo in un tuo venditore.

Come? Ragiona sul fatto che le persone non possono fare un acquisto se restano con delle domande senza risposta. Offri tutte le informazioni di cui i clienti  hanno bisogno per prendere una decisione proprio lì, sul sito web.

Gli esperti di web marketing suggeriscono di descrivere il problema del cliente e fornire in modo semplice la soluzione. Dovresti aiutare i potenziali clienti a familiarizzare con le tue proposte, sottoponendo casi studio di  contratti precedenti e quante più testimonianze sia possibile.

Informa, offri valore e testimonianze. Non limitare il potenziale del sito web.

3. Costruire un team di alta qualità

I neo imprenditori si spaventano quando si parla di assunzioni. Ma costruire un ottimo team non richiede, almeno inizialmente, dei contratti a tempo indeterminato. E’ possibile attivare collaborazioni strutturate e contrattualizzate con specialisti di alta qualità, senza ricorrere a vere e proprie assunzioni.

Ho scritto “di alta qualità” perchè questo aspetto è cruciale.

Quando collaboriamo con un grafico che lavora da remoto a 5€/ora, otterremo un lavoro di qualità non superiore a 5€. Centrare tutto e sempre sull’economicità, quando si creano collaborazioni, obbliga a lavorare con persone che non possono o non sanno risolvere i problemi; a quel punto sei obbligato a risolverli tu. Finirai per lavorare più di quanto lavoreresti se non avessi collaboratori. Finirai spendendo soldi per comprare ulteriore stress. Non è un buon affare.

​4. Costruire sistemi e procedure

Dovresti disporre di un processo dettagliato, per tutto ciò che viene svolto nella tua azienda, specialmente per le attività ripetitive.

Utilizza un programma di gestione dei progetti, in modo che il flusso di lavoro con il cliente segua sempre la stessa struttura. Crea documenti e liste di controllo (personalmente le adoro), che mostrino come fare ogni cosa.

Queste liste aiutano a garantire una qualità costante, togliendo la soggettività dall’operato delle persone. I clienti, inoltre, apprezzano i fornitori che manifestano e offrono la massima organizzazione.

Ottimizza ogni attività.

Se stai istruendo un nuovo collaboratore /dipendente potresti   registrare dei video formativi, anziché  svolgere formazione one to one, così da poterli riutilizzare per formare un’altra persona sulla stesso tema in futuro.

5. Automatizzare quando possibile

Fai una lista di tutte le attività che si svolgono nella tua impresa, da quando un potenziale cliente entra in contatto con te, fino a quando il tuo prodotto/servizio viene consegnato. Poi analizza quante di queste possono essere svolte con processi automatizzati, non assistiti e via computer.

Gli strumenti di automazione sono moltissimi ed in molti casi gratuiti.

Anche per le attività più semplici esistono soluzioni che liberano dalle incombenze ripetitive e di poco valore.

Ogni automazione che metti in atto ti farà risparmiare minuti e probabilmente ore ogni settimana. Allora sarà finalmente possibile concentrarsi sulla crescita del tuo business, invece di limitarti a “fare e consegnare”.

Avviare la crescita è possibile:

  1. devi avere chiaro quali sono i tuoi prodotti pronti e vendibili
  2. devi mettere l’acquisizione dei nuovi clienti in modalità “pilota automatico
  3. devi creare un team di alta qualità
  4. devi documentare e controllare tutto  
  5. devi automatizzare ciò che è possibile

Una volta che inizierai concretamente a farlo, scoprirai che la tua attività può funzionare quasi senza di te.

Francesco Smorgoni

Fondatore di Puntoexe, imprenditore ad Impatto7, creatore del primo metodo in 6 fasi per la semplificazione delle attività dell'Impresa. Speaker e Podcaster

Click Here to Leave a Comment Below

Leave a Reply: