Fare crescere la propria Impresa: 6 atteggiamenti da non trascurare mai

Cosa rende un Imprenditore il motore della crescita?

Spesso non riflettiamo a sufficienza su questo argomento e la risposta tende a ridursi troppo frequentemente ad una variazione del “Lo so quando lo vedo”. 
Esiste un insieme specifico di atteggiamenti e comportamenti che gli Imprenditori che crescono condividono fra loro.

6 atteggiamenti comuni fra gli Imprenditori che governano Aziende che corrono:

1. Sono focalizzati sulla crescita
Mettiamo sempre al primo posto la crescita. I boss della crescita la piazzano in cima a ogni agenda, dalle riunioni alle analisi delle prestazioni. 
Il mantra? “La crescita è la priorità numero uno, due e tre”. 

Questa attenzione -disciplinata- alla crescita si riflette nella profonda convinzione che “la crescita è ovunque” e che si possono trovare opportunità di crescita in ogni area.
Gli “adepti” della crescita dimostrano anche impegno raccogliendo costantemente fondi per investire. Hanno una chiara visione di dove investire ogni Euro raccolto e gestiscono attivamente ogni allocazione aiutando tutti i collaboratori coinvolti a capire su cosa e come si sta investendo.

Continuiamo ad alzare il tiro. Indipendentemente da quanto siano ambiziosi gli obiettivi di crescita, il business tradizionale tornerà sempre alla routine a meno che non sia costantemente sfidato a essere più… aggressivo. 
Gli Imprenditori in crescita lo fanno fissando obiettivi che sembrano -quasi- impossibili da raggiungere, spingendo di conseguenza l’Impresa a lottare per ogni metro verso il traguardo. 
Si dovranno creare una convinzione e un linguaggio comuni. 
Gli obiettivi dell’Azienda andranno ben chiariti e tradotti in metriche per ogni individuo ad ogni livello.

2. Sono disposti a fallire
Dovremmo creare un portafoglio di iniziative, procurando le risorse e i finanziamenti necessari. Gestendo un portafoglio di “scommesse sulla crescita”, aumenteremo le probabilità di successo diversificando il rischio. 
Gli Imprenditori efficaci sono sempre stati bravi a delegare, ma quelli votati alla crescita fanno un passo ulteriore instillando una cultura che autorizza le persone a prendere decisioni. 
Chi è abituato alla crescita stabilisce obiettivi chiari e ambiziosi, comunica i progressi in modo efficace, e poi si fa da parte in modo che le persone calate nel business possano lavorare sulle soluzioni per realizzare gli obiettivi condivisi. 

Si inizia incoraggiando l’assunzione di rischi a qualsiasi livello e celebrando, piuttosto che punire, le persone per averci provato. 

3. Conoscono il cliente come persona, non come anagrafica
E’ necessario accompagnare il cliente. 
La maggior parte di noi ritiene di mettere il cliente al primo posto. Ma la verità è che le pressioni cui siamo sottoposti ci portano troppo spesso a considerare il cliente un “di cui”. 
Dovremmo invece -prenderla sul personale-. Le informazioni e l’analisi dei clienti sono fondamentali per supportare la crescita. Ma chi si occupa incessantemente di crescita deve fare di tutto per abbracciare una logica progettuale e prendersi il tempo necessario per creare empatia con il cliente (io e l’empatia non andiamo d’accordissimo)…  4. Preferiscono l’azione alla perfezione
Mettiamoci in gioco! Si, può significare scambiare guadagni a breve termine con benefici a lungo termine o prendere decisioni di ri-allocazione delle risorse molto impegnative. Ma dobbiamo capire che è ciò che è necessario per la crescita.
E’ necessario accettare la necessità di mosse audaci: la crescita vale il rischio. 

Talvolta, inoltre, si rivela necessario agire in base a valutazioni “abbastanza buone”. 
I buoni dati sono cruciali per le buone decisioni, ma per stare sul treno della crescita dovremo apprezzare la velocità rispetto ad analisi assolute. 
Non aspettiamo dati perfetti. Invece, sfruttiamo i dati di cui abbiamo bisogno per prendere una decisione ponderata, perseguirla con decisione e quindi rivalutarla sulla base dei risultati. 

Affrontiamo i fatti. Quando i dati sono chiari sul fatto che un marchio o un prodotto stanno calando le loro prestazioni, dobbiamo eliminarli. Muovere risorse verso opzioni di crescita o nuove iniziative che promettono un migliore ritorno sugli investimenti è una disciplina di cruciale, anche se significa dire addio a marchi o prodotti amati.

5. Lottano per la crescita
Evitiamo il breve termine. E’ vero, spesso bisogna affrontare pressioni significative per fornire risultati a breve termine. 
Per aiutarci a evitare queste pressioni, dobbiamo prendere deliberatamente decisioni di posizionamento delle risorse che preparano l’Azienda per la crescita futura.
Dovremo essere vigili nel mantenere l’organizzazione pronta a -reperire- queste risorse.

Spesso le principali barriere intorno a queste attività sono interne all’Impresa. La crescita è uno sport di squadra, ma i responsabili di funzione spesso custodiscono gelosamente il loro territorio, cosa che mina molte iniziative promettenti. 
Gli Imprenditori focalizzati sulla crescita cercano attivamente i conflitti e li eliminano. Rompono i compartimenti stagni e forniscono supporto a chi si sforza per liberare il tracciato verso gli obiettivi condivisi.

6. Hanno una storia che racconto sempre
Chi fa Impresa con l’obiettivo della crescita sa che offrire uno scopo è fornire potere e che la giusta comunicazione è qualcosa di più del “cosa”; è il “perché”.
Articolare uno scopo che va oltre i marchi, le categorie ed addirittura le Imprese è un modo efficace con cui coinvolgere l’intera organizzazione.

Allora… comunicare, comunicare, comunicare. Tendiamo a comprendere la necessità di comunicare, ma tendiamo a sottostimarne l’importanza. 
Comunichiamo in modo chiaro, creativo e coerente. 
Andiamo oltre i soliti canali (aggiornamenti via mail, affissioni in bacheca, area riservata del sito) e sviluppiamo un piano di comunicazione completo e rivolto a tutte le parti dell’Impresa.

Noi ci siamo inventati il Diario Settimanale nel quale i tecnici, i commerciali e la direzione -per ciascuna sede di Puntoexe- offrono spunti sulle loro attività ed i loro successi ogni settimana.

***

La crescita è un viaggio. Richiede a tutta l’azienda di adeguarsi, ottimizzare ed agire costantemente. 
Il percorso deve essere tracciato dalla parte alta dell’organigramma. Solo quando l’Imprenditore dispone della giusta attitudine può sperare di guidare la crescita in tutta l’Azienda.

Francesco Smorgoni

Fondatore di Puntoexe, imprenditore ad Impatto7, creatore del primo metodo in 6 fasi per la semplificazione delle attività dell'Impresa. Speaker e Podcaster

Click Here to Leave a Comment Below

Leave a Reply: