Perché ogni PMI ha bisogno di un piano da 1 pagina

Per produrre risultati, le Imprese hanno bisogno di un piano strategico conciso, accessibile e di facile comprensione. Molte aziende commettono l’errore di pensare che la pianificazione debba essere complessa e “lunga”, per essere “buona”. In realtà è spesso vero il contrario. 

La nostra macro pianificazione strategica non dovrebbe essere altro che una semplice descrizione di dove e come la nostra Azienda vuole andare. Non c’è bisogno che sia lunga più di una pagina 🙂

Esecuzione della strategia e della comunicazione

Molte analisi sostengono che solo il 10% delle aziende riesce a trasformare la propria strategia in risultati concreti. Ciò significa che uno scioccante 90% delle aziende, anche quelle che hanno un piano ben congegnato, non riesce ad concretizzare la strategia con successo.

Statistiche tristi.

Chiaramente, qualcosa deve cambiare….. e velocemente.

Uno dei motivi principali per cui le Imprese non riescono a concretizzare la loro strategia è perché nessuno comprende veramente il piano, gli obiettivi dell’azienda e le sue priorità  La maggior parte delle aziende che produce documenti strategici (almeno quelle che lo fanno) produce mini enciclopedie lunghe ed eccessivamente complesse che nessuno legge mai (nel migliore dei casi ciascuno sceglie solo le parti che sembrano più rilevanti per il proprio lavoro). 

Tra l’altro, oltre ad essere troppo lunghe, la maggior parte delle strategie sono troppo vaghe, non abbastanza duttili e spesso assomigliano a un mix casuale di obiettivi, piani d’azione e attività casuali.

Quando una Impresa ha un piano troppo vago, lungo o statico, diventa difficile da attuare e complicato da monitorare e gestire. Alla fine, per esperienza esperienza, queste pseudo-strategie muoiono di morte naturale o sono relegate ad un ruolo di poca importanza.

Per combattere queste difficoltà, dobbiamo considerare il nostro piano come qualcosa che ogni dipendente può leggere, capire e utilizzare per determinare cosa deve essere fatto. 

​Dopo tutto, se i nostri collaboratori non riescono a capire le nostre strategie, come ci si può aspettare che le sostengano e che facciano quanto è necessario per trasformare il piano in realtà?

Distillare il piano in una sola pagina

La risposta ai problemi elencati sopra sta nel mantenere il nostro piano breve e semplice: un piano di una pagina.

Tra i principi di buona gestione delle prestazioni dell’Impresa, pochi sono più critici del “creare chiarezza e accordo sugli obiettivi strategici”. 

Ed il modo più rapido per raggiungere questo obiettivo è la creazione di un piano di una pagina che può essere letto da chiunque. Questo piano focalizzerà immediatamente le attività dei nostri collaboratori e fornirà una direzione di marcia comune. Lo farà mostrando, a colpo d’occhio, quali sono i risultati attesi, così come le attività principali e gli strumenti di supporto che porteranno al loro raggiungimento.

Sapere da dove iniziare

Un utile punto di partenza per creare il nostro piano di una pagina è la definizione del nostro scopo e della nostra visione, perché questi racchiudono in modo chiaro gli obiettivi finali dell’impresa. 

Quindi, se non abbiamo già creato dichiarazioni della visione e della mission (non parlo della robaccia anni ’90 che si metteva nei siti web, neh), ora è il momento per iniziare. E se li abbiamo già, vale la pena prendersi un po’ di tempo per valutare attentamente se sono ancora adatti allo scopo. 

Per esempio, è cambiato qualcosa nel nostro mercato che influenza la nostra mission/ambizioni dei prossimi anni?

Sfortunatamente, la maggior parte delle “vision” e delle dichiarazioni di mission sono tristemente generiche e poco stimolanti, del tipo “essere il fornitore numero uno dei nostri clienti”. Facciamo uno sforzo per usare -solo- argomenti chiari e specifici, stimolanti e motivanti per coloro che interagiscono dentro e fuori dall’Azienda.

Con la nostra visione e le nostre dichiarazioni di mission ben salde nella mente diventa più facile costruire i pochi obiettivi finanziari e non finanziari critici che porteranno al successo. Dico “pochi e critici” perché il nostro piano di una pagina non deve assolutamente trasformarsi in una lista di 100 obiettivi che abbracciano ogni singola funzione in tutta l’Azienda. Il piano dovrebbe analizzare gli obiettivi fondamentali che sono cruciali per la realizzazione della visione e della mission.

Guardare oltre il piano
Definito il documento di una pagina, è ora importante gestire, monitorare e misurare -l’esecuzione- della strategia.

Avere un piano semplice e mettere in atto i processi per realizzarlo sono spesso i fattori chiave di differenziazione tra le organizzazioni più performanti e quelle che vorrebbero diventarlo. 

Concretizzare il lavoro di pianificazione è l’imperativo per chiunque voglia portare il proprio business ad un livello superiore.

Non è facile, ma se ci piacessero le cose facili non spenderemmo la nostra passione facendo Impresa.

Francesco Smorgoni

Fondatore di Puntoexe, imprenditore ad Impatto7, creatore del primo metodo in 6 fasi per la semplificazione delle attività dell'Impresa. Speaker e Podcaster

Click Here to Leave a Comment Below

Leave a Reply: